Archive for the 'Umorismo a pacchi' Category

15
Nov
08

La Cupola della Blogosfera


Nicola Mattina, inserito originariamente da vincos.
L’immagine coglie l’istante in cui si decide l’eliminazione di alcuni blogger “scomodi”.
Annunci
06
Ott
08

Se non sei su Twitter, non sei nessuno

03
Ott
08

Separate alla nascita

Sarah Palin, cadidata repubblicana al vicepresidenza degli Stati Uniti

Sarah Palin, cadidata repubblicana alla vicepresidenza degli Stati Uniti

Tyne Fey, attrice protagonista della sit-com 30rock

Tyne Fey, attrice protagonista della sit-com 30rock

09
Ago
08

Chi l’ha visto? ;-)

05
Giu
08

No she can’t

23
Mag
08

Un internauta in corsia*

Luci soffuse. Colori improbabili. Via vai continuo di visitatori. Ospiti che urlano per sentirsi pur parlandosi a un metro di distanza. Accesso e permanenza solo dietro prenotazione.

No. No sono al Piper. Sono sdraiato sul letto nel reparto di chirurgia generale del San qualcosa di Roma. Stessa stanza dell’altra volta. Diverso l’oggetto di attenzione da parte dei medici.

Ho 35 anni: fatto un rapido calcolo, la mia presenza in questa stanza da sei letti abbassa l’età media a circa 56 anni. Gli altri astanti accusano una evidente sclerosi dei timpani che li induce ad urlare a squarciagola cose come “SCUSI? CHE ORE SONO?”. Almeno sono persone cortesi.

Piuttosto qualcuno dovrebbe spiegare a quello del letto XY che il telefono cellulare collega le persone via onde radio, quindi è del tutto inutile urlare più o meno a seconda che l’interlocutore sia a Latina o in Calabria.

Sono qui da 7 ore e ho già rivisto varie facce note tra medici e infermieri. Come già accadeva a novembre, continua a stupirmi il fatto che in questo reparto chiunque, anche la persona apparentemente meno educata e socievole, si dimostri all’atto pratico piena di umanità, disponibile, estremamente professionale.

Uno ce l’ho davanti adesso: ne ignoro il nome, ma lo riconosco e lui riconosce me. Mi era rimasto impresso perché ha il vizio, o forse il vezzo, di girare spesso con una sciarpetta (e a volte anche un cappello) sulla divisa bianca da infermiere. Mi chiede cosa mi riporti qui. Rispondo. Devo sembrargli preoccupato perché prima mi guarda imperscrutabile, poi afferma, definitivo: “Sso’ bbravi…”. Posso stare tranquillo.

Scherzi a parte, “Fellini” qui ha ragione. Non so come avvenga la magia, ma la strana alchimia che combina modi spesso rudi e talvolta persino rozzi ad umana disponibilità funziona.

Gli infermieri, per esempio, sono un po’ incazzosi con i parenti del paziente (che peraltro infestano liberamente il reparto a qualsiasi ora), ma con i degenti si comportano con affettuosa fermezza. Anche quando ad un occhio inesperto possono sembrare duri e persino crudeli, in realtà stanno gestendo il malato che altrimenti , lasciato allo “stato brado”, diventerebbe una iattura per sé e per gli altri.

Adesso però faccio una pausa e, visto che ancora posso, vado a fare due passi: cinque tromboni sordi che russano tutti assieme, felicemente ignari gli uni degli altri, rinnovano in me un preoccupante fervore in sostegno all’eutanasia.

Meglio prendere un po’ d’aria.

—–

*il titolo me lo ha suggerito il buon Guido Arata.

04
Mag
08

La parola d’ordine è una e una sola


Daje!




Yoriah’s Corner Feed and Newsletter

ottobre: 2017
L M M G V S D
« Ott    
 1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
3031  

My Photos